Via Ondoli, 5

Casa Greppi

XIX secolo

Dopo aver incrociato via Merzagora, l'antica Via di Mezzo prende il nome di Via Carlo Ondoli in memoria del primo ospedale angerese realizzato nell’abitazione donata, appunto, da Carlo Ondoli nel 1879.
Sulla stessa via si apre l'ingresso per carrozze di Villa Greppi. L'edificio, sorto alla fine dell'Ottocento, fu residenza di Antonio Greppi, uomo politico, scrittore e sindaco di Milano dal 1945 al 1951. Uno dei suoi figli, il giovane partigiano Mario, fu vittima dei nazifascisti nel 1944 e a lui è oggi intitolata la Strada di Mezzo.
Nel 1925 scavi nell'area della villa portarono alla luce un edificio romano a pianta circolare, forse un faro lacustre di accesso al porto o un edificio religioso.

Dove siamo

Trova in zona