ultima modifica: Nadia  28/04/2017

Casa Greppi

XIX secolo

Dopo aver incrociato via Merzagora, l'antica Via di Mezzo prende il nome di Via Carlo Ondoli in memoria del primo ospedale angerese realizzato nellabitazione donata, appunto, da Carlo Ondoli nel 1879.
Sulla stessa via si apre l'ingresso per carrozze di Villa Greppi. L'edificio, sorto alla fine dell'Ottocento, fu residenza di Antonio Greppi, uomo politico, scrittore e sindaco di Milano dal 1945 al 1951. Uno dei suoi figli, il giovane partigiano Mario, fu vittima dei nazifascisti nel 1944 e a lui è oggi intitolata la Strada di Mezzo.
Nel 1925 scavi nell'area della villa portarono alla luce un edificio romano a pianta circolare, forse un faro lacustre di accesso al porto o un edificio religioso.

 

Greppy's House

19th century

After the junction with Via Merzagora, the old Via di Mezzo takes the name of Via Carlo Ondoli in memory of Angera's first hospital, established in a house donated by Carlo Ondoli in 1879. 
The entrance for motor vehicles to Villa Greppi is on this road. The building dates to the late 19th century and was the residence of Antonio Greppi, politician, writer, and mayor of Milan from 1945 until 1951. One of his sons, the young partisan Mario, was a victim of the Nazis in 1944 and today the Strada di Mezzo is named after him.
In 1925 excavations near the villa brought to light a circular Roman building, perhaps a lighthouse marking the lake port, or a religious building.

Risultato
  • 4
(3 valutazioni)


Sguardi su Angera

Come raggiungerci

Vai alla mappa

Teniamoci in contatto

Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl Copyright © 2016

| Note legali | Privacy Policy | Cookie Policy | Credits |
Regione Lombardia